L’Assicurazione a copertura dell’attività di una Società di Servizi Contabili CED (Centro elaborazione dati), chiamato EDP (Electronic Data Processing) dalle polizze di origine anglosassone, tengono indenne il CED da richieste di risarcimento qualora un’attività del Centro di Elaborazione errata abbia causato un danno economico ai Clienti (o più in generale a terzi). Le attività del CED consistono in contabilità ordinaria come libro giornale, libro inventari, registri iva, ritenute d’acconto, predisposizione bilancio,  gestione delle buste paga ecc. Le polizze rc professionali tradizionali per Commercialisti, Esperti contabili e Consulenti del lavoro permettono di includere in copertura nella medesima polizza l’attività del CED che svolge la relativa attività come funzionale a quella del professionista assicurato. Inoltre, nel mercato alcune polizze professionali per commercialisti subordinano la copertura del CED con la polizza del professionista (oltre a che l’attività sia funzionale a quella del professionista) solo se vi è anche una partecipazione come quota societaria nello stesso CED da parte dl professionista.

Inoltre è possibile stipulare anche una polizza ad hoc solo per l’attività del CED a prescindere dall’esistenza di una polizza per commercialista o consulente del lavoro, sempre se l’attività del CED sia svolta per conto dei propri clienti.

La differenza tra una polizza per Commercialista con estensione al CED ed una polizza che assicura solo il CED risiede principalmente nel premio annuale, in quanto, l’inclusione in copertura del CED nella polizza professionale del commercialista comporta un aumento di premio lieve rispetto alla polizza professionale senza tale estensione (caso diverso in cui il fatturato del CED sia notevolmente superiore rispetto a quello del Commercialista). L’inclusione nella medesima polizza delle attività delle partite iva del Commercialista e del CED comporta che il massimale della polizza sia unico per anno per entrambe le attività, mentre una polizza singola dedicata solo al CED permette di ottenere un massimale unico dedicato all’attività del Centro di Elaborazione Dati.

Le coperture del CED e anche le tariffe da applicare alle relative assicurazioni rc professionali seguono a grandi linee le logiche delle polizze per Commercialisti e Consulenti del lavoro sotto il profilo della copertura in regime “claims made” e della retroattività delle garanzie e della rilevanza del fatturato ai fini della determinazione del premio annuale.

Vale la pena soffermarsi sulla retroattività concessa dalla Compagnia che dovrebbe essere pari al numero di anni di attività esercitata. Con la retroattività la polizza è operante anche per la responsabilità civile derivante da fatti professionali svolti nel passato, ma che al momento della stipula non abbiano generato nulla di “noto”.

Quando si sta per stipulare un’assicurazione rc professionale per il CED tra i diversi elementi da considerare come massimale, esclusioni, franchigie e scoperti, limiti e sottolimiti di indennizzo bisogna prestare attenzione alla cd. retroattività (chiamata anche pregressa) della copertura assicurativa. In sostanza, la polizza professionale stipulata oggi dà copertura anche alle prestazioni professionali svolte nel passato.

Come funziona la retroattività. Gli anni di retroattività concessi dalla Compagnia ci dicono fino a che data nel passato i fatti professionali sono coperti. Esempio: se oggi 02.01.2015 stipulo una polizza professionale con 5 anni di retroattività ciò significa che avrò copertura assicurativa per i fatti professionali posti in essere nel passato al massimo fino al 02.01.2010.

Non tutti i fatti professionali posti in essere prima di stipulare la polizza possono essere coperti, infatti, le polizze non rendono operativa la retroattività quando tali fatti passati hanno generato già generato una richiesta di risarcimento oppure hanno generato una cd. circostanza nota. La circostanza nota è un fatto o atto oggettivamente noto al titolare del CED che verosimilmente potrebbe generare una futura richiesta di risarcimento.

Pertanto sia per le richieste di risarcimento che per le circostanze note già in essere prima della stipula della polizza professionale, sebbene questa sia retroattiva, non ci sarà copertura assicurativa.

Le polizze professionali stipulate negli ultimi anni sono in regime “claims made”: la copertura opera per le richieste di risarcimento o circostanze note comunicate all’assicuratore durante il periodo di assicurazione per prestazioni professionali poste in essere nel periodo di retroattività o nel periodo di decorrenza della polizza. Se però dopo la scadenza della polizza vengono comunicate all’Assicuratore richieste di risarcimento o circostanze note queste non saranno più accolte se la polizza dopo la scadenza non sia stata rinnovata  senza soluzione di continuità.

Per informazioni su una polizza rc professionale per CED non abbinata alla RC del Commercialista o Consulente del lavoro puoi chiamarci telefonicamente o inviarci una email e saremo ben lieti di darti le informazioni che ti occorrono.

 



Ultima modifica: